Kronos


Kronos, il cui vero nome è Gianluca Cellai, si laurea a Milano in Lingue e letterature straniere ed in Lettere moderne. Durante gli studi universitari si avvicina all’ambiente artistico della città, e, dopo aver posato come modello a busto nudo per le accademie delle belle arti e per alcuni licei artistici, nel 1998 entra in contatto con la cantante dance newyorkese Simone Jay (ex “Netzwerk”), con la quale incide il disco Do you wanna try. Quindi, adottato lo pseudonimo di Prince Charming, Gianluca si esibisce con Simone in Brasile, Canada e Spagna. Successivamente, approfonditi gli studi sul canto lirico attraverso l’innovativo metodo californiano Estil voicecraft, Gianluca viene scelto come tenore solista dalla compagnia teatrale milanese La Stravaganza. Nel 1999 partecipa alla rivisitazione di alcune opere liriche quali Una noce poco fa (dal Barbiere di Siviglia di Gioacchino Rossini) e Aida da tre soldi (dall’’Aida di Giuseppe Verdi), in cui interpreta il personaggio del generale Radamès; entrambe le opere sono dirette dallo psichiatra e Maestro Denis Gaita. Nel 2000 viene pubblicato Roma caput mundi, il primo brano dance di Gianluca scritto e cantato in latino. L’anno successivo esce il singolo Ave mea Italia. Viste le reazioni positive del pubblico, l’artista, che nel frattempo ha cominciato a lavorare come professore di lettere (italiano, storia e latino), decide definitivamente di ripresentare e “richiamare in vita” la lingua degli antichi Romani. Nel 2003, preso il nome d’arte Kronos, pubblica Magica Europa che diventa da subito un successo, prima italiano, poi anche europeo. Numerosi quotidiani e riviste recensiscono il singolo: i giornalisti rimangono molto incuriositi da questo professore milanese che scrive canzoni dance utilizzando la lingua dell’antica Roma. Subito dopo vengono pubblicate in rapida successione Party’s Deorum (2003) e Salve Regina (2004). Le radio più importanti trasmettono questi brani che vengono ben presto inseriti in numerose compilations sia italiane che estere. Le canzoni di Kronos diventano i singoli più ascoltati e venduti del momento, raggiungendo la testa nelle classifiche musicali di Disco Radio, Radio Italia Network e Radio Deejay. L’artista si esibisce nelle più importanti discoteche d’Italia ed Europa, comparendo su molte delle principali reti televisive italiane.
Dopo una pausa di alcuni anni, interrotta momentaneamente nel 2010 con la pubblicazione di Habemus Italiam, Habemus Galliam Habemus Hispaniam, nel 2017 Kronos decide di sviluppare ulteriormente il suo progetto, facendo questa volta incontrare la lingua latina con l’idioma parlato da più di 800 milioni di musulmani: l’arabo. Viene così realizzato nel 2018 Lullonannadance, un brano in cui due lingue antiche e due mondi apparentemente diversi s’incontrano per abbracciarsi e colorarsi a vicenda. La parte araba della canzone è affidata a Sakina Al Azami, la cantante marocchina che ha collaborato in Italia con Franco Battiato. Il singolo, registrato e masterizzato presso l’Officina del Mastering di Torino, vede come produttori artistici Tore Melillo e Robert EMLullonannadance sarà pubblicato online il prossimo settembre, distribuito da Believe.

Abbiamo chiesto a Kronos perché abbia scelto proprio la lingua latina per scrivere i suoi brani dance.
Ci ha risposto così: “Il latino si studia ancora oggi ovunque, in Europa così come negli Stati Uniti. Apparentemente sembra una lingua morta, ma in realtà, se risvegliata e richiamata di nuovo in vita, grazie alle sue stravaganti e potenti parole, non può che non stupire e sedurre chiunque l’ascolti.”


Content not available.
Please allow cookies by clicking Accept on the banner

Content not available.
Please allow cookies by clicking Accept on the banner


Discografia


Cover Lullonannadance

Lullonannadance


Galleria


Kronos e Sakina all'Officina del Mastering
Kronos e Sakina (Lullonannadance - Officina del Mastering)
Lullonannadance: sul set del video (Kronos, Pino, Alberto, Alessandro, Giulia, Sakina)