La mosca

(testo di M. Peroni - musica di E. Cerea)

Picchia sul vetro la mosca sul vetro ma
Non c’è niente che possa darle la libertà
Picchia la mosca più forte sul vetro e
E nessuno che possa dargliela tranne me

Non mi lascia stare niente
Non mi lascia indifferente
Non mi lascia stare niente
Non mi lascia indifferente, niente

Ferma sul vetro ora sembra cambiare idea
O raccoglie le forze o sente che vanno via
Tutto il suo mondo è lì dietro ma il vetro c'è
E nessuno che può levarglielo tranne me

Non mi lascia stare niente
Non mi lascia indifferente
Non mi lascia stare niente
Non mi lascia indifferente.

Non mi lascia stare niente
Non mi lascia indifferente
Non mi lascia stare niente
Non mi lascia indifferente.

Non è come pensi tu
Non è come pensi tu
Non è come credi tu
Come hai detto ieri tu

Non mi lascia stare niente
Non mi lascia indifferente
Non mi lascia stare niente
Non mi lascia stare niente
Non mi lascia stare niente

Stampa