Puzzle

(testo e musica di F. Bonifacio)

In una vita che corre che passa che va,
tra le righe sopra i fogli di un pacco di giornali,
tra le pieghe di foto dal tempo rovinate,
tra pezze di puzzle
dal caso ritagliate e consumate

Ti vedi una vita che resta, si ferma, che sta
con i fatti in primi piani contro il senso rivoltati,
s’aggruma su cardini di certezze assicurate,
tra grida di olé
applausi scontati e ben pagati

Una voce che canta
una ciglia che cala
e la musica va,
tra le righe si legge
un teatro già pieno
una luce con l’occhio
è la festa che vaE composta nel quadro
tra il bianco e il nero
di una carta trapunta
un’altra storia si sfuma


Stampa